“I GIOVANI DEMOCRATICI CHIEDONO LA RIAPERTURA DEL DIALOGO NEL PARTITO DEMOCRATICO”

  • 10/27/2018 2:29:46 AM
  • Redazione

 

Non abbiamo voluto alimentare polemiche durante la difficile fase politico amministrativa ma ci sembra corretto nei confronti della città e dei nostri tesserati chiarire che le varie discussioni che hanno portato alla soluzione del conflitto interno al pd, non ci hanno visto in alcun modo coinvolti e non per nostra volontà. 

Ci chiediamo come possa essere stata democratica una discussione che ha visto esclusi gli esponenti dei Giovani Democratici, scelti per guidare la giovanile (con una base di circa 80 tesserati) nonché membri effettivi del gruppo di segreteria per ben 2 mandati e quindi riconosciuti a tutti gli effetti come dirigenti di partito. Ci viene da pensare che si usano due pesi e due misure per valutare i dirigenti? Eppure noi GD siamo stati gli unici a tenere in vita la sezione attraverso le varie iniziative pubbliche, alle quali hanno preso parte esponenti nazionali di spicco del PD, siamo stati anche promotori e parte attiva dell’ultima festa de L’Unità organizzata sul territorio nel 2016 e non ci siamo mai tirati indietro rispetto al confronto e al dialogo, presenziando attivamente a tutte le riunioni in sezione, al contrario di quello che qualcuno ha pensato e/o affermato. 

Detto ciò chiediamo fortemente al partito di avviare una discussione vera sul suo futuro, capendo che ora più che mai è necessario mettere da parte personalismi e polemiche, favorendo una fase di ascolto e di apertura anche in vista dei prossimi appuntamenti elettorali che necessitano della presenza di un partito finalmente coeso.

 

Il coordinamento GD A. Acri

 

 



Commenti